IN SIN(T)FONIA CON IL FUTURO – OMAGGIO MUSICALE DELL’AZERBAIGIAN ALL’ITALIA E AI SUOI CITTADINI

baku“IN SIN(T)FONIA CON IL FUTURO”, IL 12 SETTEMBRE IN ARENA L’OMAGGIO MUSICALE DELL’AZERBAIGIAN ALL’ITALIA E AI SUOI CITTADINI

Musica sinfonica tradizionale, abbinata alle più celebri colonne sonore del grande schermo, nell’esecuzione dell’Orchestra Italiana del Cinema diretta dal Maestro dell’Azerbaigian Yalchin Adigezalov.

Verona, 25 agosto 2014

Si terrà il 12 Settembre in Arena “IN SIN(T)FONIA con il futuro”, l’omaggio musicale dell’Azerbaigian all’Italia e, in particolare, al Veneto e alla città di Verona. Un evento che vedrà protagonista l’Orchestra Italiana del Cinema diretta dal Maestro dell’Azerbaigian Yalchin Adigezalov per celebrare la cultura e la tradizione del paese più suggestivo del Caucaso del Sud.
Alle ore 21.00, in uno scenario unico al mondo, organizzato dal Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica
dell’Azerbaigian e dall’Ambasciata della Repubblica dell’Azerbaigian in Italia, l’Arena di Verona si animerà grazie all’interpretazione degli oltre 80 elementi dell’Orchestra Italiana del Cinema, che eseguirà un programma di musica sinfonica e tradizionale dell’Azerbaigian, senza tralasciare alcuni indimenticabili temi del grande schermo.

La direzione del Maestro Yalchin Adigezalov, noto nel mondo per il suo talento, rappresenterà un’occasione unica di scambio e confronto culturale. In programma, anche un medley delle colonne sonore di Nino Rota con la direzione del Maestro Daniele e Belardinelli (già collaboratore di Claudio Abbado e Giuseppe Sinopoli), e una citazione di alcuni capolavori del cinema internazionale.

L’Orchestra Italiana del Cinema, è l’unica formazione sinfonica italiana specializzata nel repertorio delle colonne sonore. Prenderanno parte all’evento anche i cantanti azerbaigiani Mr. Azer Rzazade e Mrs. Aygun Bayramova, e il Trio Garabag, con il loro Mugham – annoverato dall’Unesco come capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’umanità, che costituisce una delle tradizioni musicali più importanti dell’Azerbaigian e per la sua complessità richiede un alto livello di virtuosismo canoro.

“IN SIN(T)FONIA con il futuro” è la naturale prosecuzione dell’impegno dell’Azerbaigian a realizzare scambi culturali con l’Italia. Durante la recente visita nel nostro paese del Presidente dell’Azerbaigian, è stata adottata la “Dichiarazione Congiunta di Partenariato Strategico tra Italia ed Azerbaigian” che, tra i vari aspetti, sottolinea anche l’importanza di uno scambio più intenso in ambito culturale.
Verona è una città famosa in tutto il mondo, e non solo per Romeo e Giulietta, ma anche per la sua incredibile Arena – spiega
l’Ambasciatore Vaqif Sadiqov.  Per i nostri musicisti è un grande onore rappresentare in questa sede l’arte azerbaigiana. L’Italia è per noi un importante partner politico ed economico. Questo concerto è il nostro dono musicale alla città di Verona e alla sua popolazione. L’evento è un vero e proprio omaggio ai cittadini, che potranno partecipare a ingresso libero fino a esaurimento posti“.
FOCUS PROGETTO |IN SIN(T)FONIA CON IL FUTURO

“IN SIN(T)FONIA con il futuro” è il concerto-omaggio alla città di Verona, che coniuga la musica sinfonica tradizionale azerbaigiana con i grandi classici del cinema d’autore. L’Orchestra Italiana del Cinema, diretta dal Maestro Yalchin Adigezalov e composta da oltre 80 elementi, proporrà temi e brani tratti dal repertorio della musica sinfonica a tradizionale dell’Azerbaigian, senza tralasciare alcuni temi del cinema internazionale.
L’Orchestra Italiana del Cinema, diretta solitamente dal Maestro Daniele Belardinelli, è impegnata da anni a rappresentare e promuovere lo straordinario patrimonio artistico della colonna sonora italiana ed internazionale.
www.orchestraitalianadelcinema.it

FOCUS PAESE | L’AZERBAIGIAN
Paese multietnico e multi confessionale, l’Azerbaigian è  il più esteso e il più popoloso Stato dell’area del Caucaso del Sud.
Dal punto di vista culturale, l’Azerbaigian ha consolidato negli anni relazioni stabili e costruttive con l’Italia, che hanno visto massima espressione nell’organizzazione di importanti mostre di artisti azerbaigiani in Italia e di artisti italiani in Azerbaigian,
nell’organizzazione di concerti di grande rilievo in entrambi i paesi, nel finanziamento del restauro della Sala dei Filosofi nei Musei
Capitolini, delle Catacombe dei SS. Marcellino e Pietro, e ultima, in ordine di tempo, nella firma di un accordo tra il Ministro della
Cultura e del Turismo della Repubblica dell’Azerbaigian e il Sindaco di Roma per la donazione a Roma Capitale di un milione di Euro da impiegare nell’intervento di scavo archeologico e valorizzazione nell’area dei Fori Imperiali – via Alessandrina.

L’Azerbaigian, con un ruolo di sempre maggior spicco nel panorama internazionale, sarà nel 2015 sede dei Primi Giochi Europei ed il suo è uno dei Padiglioni più attesi dell’Expo di Milano 2015.
www.azembassy.it
www.azerbaijan.az