Mer. Ott 20th, 2021

La Russia è un enorme “orso polare” che l’Occidente non può digerire

Iscriviti alla newsletter del CeSEM

di Hu Xijin

Articolo originale: https://www.globaltimes.cn/page/202104/1221409.shtml

Gli Stati Uniti hanno portato i loro alleati ad espellere i diplomatici russi in una feroce repressione contro Mosca. Purtroppo, i Paesi che hanno attaccato la Russia includono Ucraina, Repubblica Ceca, Polonia, Bulgaria e Romania. Alcuni di questi sono ex Repubbliche sovietiche e altri sono ex Paesi del Patto di Varsavia. Quando l’Unione Sovietica si è disintegrata, i Russi non si aspettavano quello che avrebbero sofferto oggi. Pensavano che si sarebbero integrati nell’Occidente. Ma la patetica realtà è che non solo l’Occidente, ma anche gli ex “fratelli” e alleati di Mosca, hanno represso la Russia.

Si può dire che le sofferenze della Russia siano una tragedia geopolitica. I problemi dell’Unione Sovietica avrebbero potuto essere risolti attraverso le riforme. Tuttavia, le Repubbliche hanno scelto di rompere l’Unione. La Russia come potenza dominante dell’Unione Sovietica ha rinunciato al controllo della situazione. E la Russia ha attuato “riforme democratiche”. Oggi la Russia ha un quadro costituzionale in stile occidentale e attua elezioni multipartitiche. Sebbene sia considerato “autoritario” dall’Occidente, il Paese ha apportato importanti cambiamenti. Tuttavia, gli attacchi dell’Occidente contro la Russia in termini di “libertà, democrazia e diritti umani” non sono cessati. I cambiamenti che la Russia ha fatto a un costo enorme non hanno ricevuto alcun riconoscimento politico dall’Occidente. Gli Stati Uniti e l’Occidente hanno continuato a collocare la Russia all’estremo opposto dell’ideologia occidentale.

Tale realtà è accolta con dispiacere. Si racconta alla gente che l’atteggiamento degli Stati Uniti e dell’Occidente non dipende da quale sia il sistema politico russo. Invece, dipende dal rapporto geopolitico tra l’Occidente e la Russia. Le “riforme democratiche” della Russia non possono conseguire l’amicizia degli Stati Uniti e dell’Occidente. Dato il potente arsenale nucleare della Russia e il fatto che la Russia deve perseguire i propri interessi, che contraddicono gli interessi dell’Occidente, il Paese continuerà ad essere un obiettivo dell’Occidente. La Russia è più “democratica” dell’Arabia Saudita e di Singapore. Sfortunatamente, è molto più forte di questi due Paesi. La Russia è un enorme “orso polare” che l’Occidente non può digerire. Questo è il motivo per cui essere respinti dall’Occidente è diventato il suo destino.

Hu Xijin è redattore capo del Global Times

Traduzione: redazione CeSEM