Mar. Gen 31st, 2023

Portare avanti lo spirito dell’amicizia arabo-cinese e costruire congiuntamente una comunità arabo-cinese con un futuro condiviso nella nuova era

0Shares
Iscriviti alla newsletter del CeSEM

di Xi Jinping

ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO IN INGLESE SUL SITO QIUSHI

Il 9 dicembre 2022, a Riyadh, il presidente cinese Xi Jinping ha tenuto un discorso programmatico al primo vertice Cina-Stati arabi.

Illustri Colleghi, amici, buon pomeriggio! Innanzitutto, desidero ringraziare l’Arabia Saudita per la calorosa ospitalità e la premurosa disposizione. Sono molto lieto di unirmi a voi per il primo vertice Cina-Stati Arabi. Il vertice è una pietra miliare nella storia delle relazioni sino-arabe e ci porterà verso un futuro più promettente di amicizia e cooperazione.

La Cina e gli Stati arabi godono di una lunga storia di scambi amichevoli.

Ci siamo conosciuti e siamo diventati amici attraverso l’antica Via della Seta. Abbiamo condiviso bene e male nelle nostre rispettive lotte per la liberazione nazionale; abbiamo condotto una cooperazione vantaggiosa per tutti nella marea della globalizzazione economica. E abbiamo sostenuto l’equità e la giustizia nel mutevole contesto internazionale. Insieme, la Cina e gli Stati arabi hanno alimentato uno spirito di amicizia caratterizzato da “solidarietà e assistenza reciproca, uguaglianza e mutuo vantaggio, inclusione e apprendimento reciproco“.

La solidarietà e l’assistenza reciproca sono una caratteristica distintiva dell’amicizia arabo-cinese.

Ci fidiamo l’uno dell’altro e abbiamo stretto un’amicizia fraterna. Ci sosteniamo fermamente a vicenda su questioni che coinvolgono i nostri rispettivi interessi fondamentali; lavoriamo mano nella mano e facciamo progressi insieme per realizzare il sogno del ringiovanimento nazionale; affrontiamo insieme il vento e le tempeste per combattere la pandemia di COVID.

Il partenariato strategico Cina-arabo, orientato al futuro di cooperazione globale e sviluppo comune, è indistruttibile.

L’uguaglianza e il vantaggio reciproco sono motori costanti per la nostra amicizia. La Cina e gli Stati arabi hanno dato l’esempio per la cooperazione Sud-Sud nel perseguire una collaborazione reciprocamente vantaggiosa. Nell’ambito del Forum di cooperazione Cina-Stati arabi sono stati istituiti 17 meccanismi di cooperazione mentre negli ultimi dieci anni, il nostro commercio è cresciuto di 100 miliardi di dollari USA, con un volume totale che, oggi, supera i 300 miliardi di dollari; Gli investimenti diretti della Cina negli Stati arabi sono aumentati di 2,6 volte, con uno stock di investimenti che ha raggiunto i 23 miliardi di dollari; a beneficio di quasi due miliardi di persone delle due parti in causa, sono stati realizzati, inoltre, oltre 200 progetti inerenti la Belt and Road Initiative.

L’inclusività e l’apprendimento reciproco sono valori chiave insiti nella nostra amicizia. Apprezziamo le reciproche civiltà e abbiamo scritto una splendida storia di apprendimento reciproco. Continuiamo a trarre saggezza dalle rispettive civiltà, consacrate dal tempo, e promuoviamo insieme “pace, armonia, integrità e verità“, l’essenza stessa della civiltà.

Rimaniamo fedeli ai nostri principi nonostante il clamore per lo “scontro di civiltà“, sosteniamo insieme il dialogo inter-civiltà, ci opponiamo alla discriminazione contro particolari civiltà e ci sforziamo di salvaguardare la diversità delle civiltà del mondo.

Colleghi, amici,

Il mondo oggi attraversa un nuovo periodo di turbolenza e trasformazione. Il Medio Oriente sta vivendo nuovi e profondi cambiamenti. L’aspirazione del popolo arabo alla pace e allo sviluppo è molto più impellente e il suo appello all’equità e alla giustizia è più forte che mai. In qualità di partner strategici, la Cina e gli Stati arabi dovrebbero portare avanti lo spirito dell’amicizia arabo-cinese, rafforzare la solidarietà e la cooperazione e promuovere una comunità arabo-cinese più stretta con un futuro condiviso, in modo da offrire maggiori benefici ai nostri popoli e promuovere la causa del progresso umano.

Dovremmo rimanere indipendenti e difendere i nostri interessi comuni. La Cina sostiene gli Stati arabi nell’esplorazione di percorsi indipendenti di sviluppo adatti alle rispettive condizioni nazionali e nel tenere saldamente nelle proprie mani il proprio futuro. La Cina è pronta ad approfondire la fiducia reciproca strategica con gli Stati arabi e a sostenersi fermamente a vicenda nella salvaguardia della sovranità, dell’integrità territoriale e della dignità nazionale. Dovremmo sostenere congiuntamente il principio di non interferenza negli affari interni di altri paesi, praticare un vero multilateralismo e difendere i diritti e gli interessi legittimi dei paesi in via di sviluppo.

Dovremmo concentrarci sullo sviluppo economico e promuovere una cooperazione vantaggiosa per tutti. Dovremmo rafforzare la sinergia tra le nostre strategie di sviluppo e promuovere una cooperazione di alta qualità. Dovremmo consolidare la cooperazione nei settori tradizionali, tra cui l’economia e il commercio, l’energia e lo sviluppo delle infrastrutture. Nel frattempo, dovremmo rafforzare nuove fonti di crescita come lo sviluppo verde e a basse emissioni di carbonio, i servizi sanitari e medici, gli investimenti e la finanza, ed espandere nuove frontiere tra cui l’aviazione e l’aerospazio, l’economia digitale e l’uso pacifico dell’energia nucleare.

Dovremmo anche affrontare sfide importanti come la sicurezza alimentare e la sicurezza energetica. La Cina lavorerà con la parte araba per attuare la Global Development Initiative (GDI) e guidare lo sviluppo sostenibile della cooperazione sud-sud.

Dobbiamo sostenere la pace regionale e lottare per la sicurezza comune. La Cina sostiene la parte araba nella promozione della soluzione politica da raggiungere con la saggezza araba delle questioni calde e impegnative e, insieme, si adopera per la costruzione di un’architettura di sicurezza comune, globale, cooperativa e sostenibile in Medio Oriente. La Cina esorta la comunità internazionale a rispettare il ruolo dei popoli mediorientali come padroni dei propri affari e ad aggiungere energia positiva alla sicurezza e alla stabilità della regione. La Cina accoglie con favore la partecipazione araba alla Global Security Initiative (GSI) e continuerà a contribuire -con la saggezza cinese – alla promozione della pace e della tranquillità in Medio Oriente.

Dovremmo aumentare gli scambi tra le civiltà per migliorare la comprensione e la fiducia reciproche. Dobbiamo aumentare lo scambio di personale, approfondire la cooperazione interpersonale e promuovere lo scambio di esperienze di governance. Dobbiamo opporci congiuntamente all’islamofobia, portare avanti la cooperazione sulla deradicalizzazione e rifiutare l’associazione del terrorismo con un particolare gruppo etnico o religione. Dobbiamo difendere i valori comuni dell’umanità di pace, sviluppo, equità, giustizia, democrazia e libertà, e dare l’esempio di scambi tra civiltà e apprendimento reciproco nella nuova era.

Siamo lieti di registrare la decisione del vertice di costruire una comunità arabo-cinese con un futuro condiviso nella nuova era e di formulare, insieme, lo schema del piano di cooperazione globale tra la Cina e gli Stati arabi, delineando, così, il progetto per il futuro delle relazioni arabo-cinese.

Come primo passo successivo a tale decisione, nei prossimi tre-cinque anni, la Cina lavorerà di pari passo con la parte araba per portare avanti otto importanti iniziative di cooperazione in settori tra cui il sostegno allo sviluppo, la sicurezza alimentare, la salute pubblica, l’innovazione verde, la sicurezza energetica , dialogo inter-civiltà, sviluppo giovanile, sicurezza e stabilità. La Cina ha informato la parte araba sui dettagli delle otto iniziative e lavorerà di concerto per promuovere la loro rapida attuazione adoperandosi per un raccolto anticipato dei frutti di queste iniziative.

Colleghi, amici,

la questione palestinese riguarda la pace e la stabilità in Medio Oriente. Le ingiustizie storiche fatte al popolo palestinese non dovrebbero essere lasciate incustodite a tempo indeterminato. I diritti e gli interessi legittimi di una nazione non sono commerciabili e la richiesta di stabilire uno stato indipendente non deve essere negata. La comunità internazionale dovrebbe rimanere ferma nel suo impegno per la soluzione dei due Stati e il principio della “terra per la pace“, compiere sforzi risoluti per promuovere i colloqui di pace, fornire maggiore assistenza umanitaria e allo sviluppo alla Palestina e adoperarsi per una giusta soluzione del conflitto problema palestinese in una data precoce. Recentemente, grazie agli sforzi degli Stati arabi, sono stati compiuti importanti progressi nella riconciliazione intra-palestinese.

La Cina accoglie con favore questi sviluppi. Vorrei ribadire che la Cina sostiene fermamente la creazione di uno Stato di Palestina indipendente che goda di piena sovranità sulla base del confine del 1967 e con Gerusalemme Est come capitale. La Cina sostiene la Palestina affinché diventi un membro a pieno titolo delle Nazioni Unite e continuerà a fornire assistenza umanitaria alla Palestina, sostenere progetti di sostentamento nel paese e aumentare le donazioni all’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e il lavoro per i rifugiati palestinesi nel Vicino Oriente (UNRWA ).

Colleghi, amici,

di recente, il Partito Comunista Cinese ha convocato con successo il suo 20° Congresso Nazionale. Il Congresso ha delineato i compiti e il percorso per promuovere il ringiovanimento della nazione cinese su tutti i fronti attraverso la modernizzazione cinese e ha fornito un modello per il futuro sviluppo della Cina. La Cina rimarrà impegnata a sostenere la pace nel mondo, a promuovere lo sviluppo comune e a costruire una comunità con un futuro condiviso per l’umanità.

La Cina rimane ferma nel perseguire una politica estera di pace e indipendente e nel sostenere l’equità e la giustizia internazionali. La Cina è impegnata nella promozione dell’amicizia e della cooperazione con altri paesi sulla base dei cinque principi della coesistenza pacifica e lavorerà per approfondire ed espandere i partenariati globali. Agendo su una strategia di apertura reciprocamente vantaggiosa, la Cina continuerà a promuovere un’apertura di alto livello e a promuovere una cooperazione Belt and Road di alta qualità. In tal modo, desideriamo creare nuove opportunità per gli stati arabi e per tutti gli altri paesi con il nuovo sviluppo della Cina.

Colleghi, amici,

Una grande causa inizia con un sogno e si trasforma in realtà attraverso il duro lavoro. Portiamo avanti lo spirito dell’amicizia arabo-cinese, costruiamo insieme una comunità arabo-cinese con un futuro condiviso nella nuova era e inauguriamo un futuro ancora più luminoso per le nostre relazioni.

Grazie!

0Shares