Mar. Lug 5th, 2022

Il Presidente Tokayev partecipa al Congresso Straordinario del Partito Amanat, esortando Russia e Ucraina a raggiungere un accordo

0Shares
Iscriviti alla newsletter del CeSEM

Nur-Sultan, 1 marzo 2022 – Il 1° marzo 2022 si è tenuto in modalità online il Congresso straordinario del partito al potere Amanat (già Nur Otan) con la partecipazione di Kassym-Jomart Tokayev, presidente del Kazakistan e presidente del partito. Durante l’incontro, Yerlan Koshanov, presidente della camera bassa del parlamento del Kazakistan, ha proposto di rinominare il partito Nur Otan in “Amanat”, cosa che è stata approvata dal presidente.

Mentre il Congresso si è concentrato principalmente sulle priorità del partito e del Paese, il presidente Tokayev ha rilasciato una dichiarazione sulla situazione in Ucraina.

La nostra posizione dovrebbe partire dall’esigenza critica di garantire la sicurezza, la sovranità e l’integrità territoriale del nostro Stato.

In quanto Paese che ha ospitato il vertice dell’OSCE nel 2010, insistiamo sul principio dell’indivisibilità della sicurezza eurasiatica. L’ho affermato durante la mia visita a Mosca il 10 febbraio. Il principio di indivisibilità e sicurezza comune sancisce una comprensione reciproca basata sulla fiducia reciproca. Sfortunatamente, questo non è successo. Gli accordi di Minsk sono rimasti solo sulla carta, il che ha portato alle operazioni militari sul territorio dell’Ucraina.

La situazione geopolitica si è intensificata in modo senza precedenti ed è giunto il momento di parlare dell’irreversibilità di questa tendenza. Pertanto, invitiamo entrambi gli Stati a trovare un terreno comune al tavolo dei negoziati, per raggiungere un accordo. Non c’è altro modo. Una cattiva pace è meglio di una buona guerra. Senza pace non ci sarà sviluppo.

Il Kazakistan, dal canto suo, è pronto a fornire tutta l’assistenza possibile, compresi i servizi di intermediazione, se, ovviamente, saranno necessari”, ha affermato il presidente Tokayev.

Commentando le severe sanzioni contro la Russia e il loro potenziale impatto sul Kazakistan, il presidente Tokayev ha informato di aver tenuto una serie di riunioni di lavoro con il Consiglio di sicurezza e di definire compiti specifici per il Governo per garantire uno sviluppo socioeconomico sostenibile del Kazakistan. Ha affermato: “La nostra economia deve essere pronta a respingere le sfide poste dalle sanzioni per garantire un funzionamento ininterrotto in una situazione di crisi. Credo che supereremo insieme le difficoltà e le sfide”. Ha sottolineato che le sfide non devono essere sottovalutate, ma non è nemmeno necessario esagerarle.

Passando al lavoro del partito Amanat, il Presidente ha delineato diversi compiti e priorità. Essi includono il lancio di un’iniziativa a livello nazionale per raccogliere idee e proposte dai cittadini sulla formazione dell’attuale agenda nazionale, decentralizzare e aumentare l’efficienza dell’apparato del partito, ridurre la burocrazia e le scartoffie e migliorare il lavoro delle fazioni politiche nel Mazhilis e Maslikhat. Tokayev ha anche incaricato di avvalersi di audizioni parlamentari e pubbliche. Ha inoltre sottolineato che la valutazione del lavoro dei membri del partito dovrebbe basarsi sulla risoluzione dei problemi dei cittadini.

Il presidente Tokayev ha affermato ancora una volta che il Paese ha iniziato l’enorme compito di creare un Nuovo Kazakistan e ha osservato che la promozione degli interessi dei cittadini e l’apertura del partito rappresentano una “priorità estremamente importante”.

Compiti prioritari del partito Amanat

Durante il Congresso sono stati delineati diversi compiti prioritari, tra cui:

• Lancio di un’iniziativa a livello nazionale per raccogliere idee e proposte dai cittadini sulla formazione dell’attuale agenda nazionale.

• Decentramento e aumento dell’efficienza degli apparati partitici.

• Revisionare le modalità di impegno tra la sede centrale e le succursali del partito. In particolare, la burocrazia e le scartoffie dovrebbero essere interrotte. Le sezioni regionali dovrebbero impegnarsi con gli elettori in modo indipendente.

• Rafforzare le attività delle fazioni politiche nei Mazhilis e nei Maslikhats (organi rappresentativi locali). Le fazioni parlamentari dovrebbero organizzare piattaforme di dialogo e ottenere risultati visibili sulla base dei risultati di tali piattaforme.

• Spostare il fulcro delle discussioni pubbliche dai social network e dalle piazze cittadine alle mura del Parlamento e ai Maslikhats. Utilizzare audizioni parlamentari e pubbliche.

• La valutazione del lavoro dei membri del partito a tutti i livelli dovrebbe essere basata sulla risoluzione dei problemi dei cittadini.

• Rafforzare il lavoro dell’Accademia di Management Politico.

Il presidente Tokayev ha incaricato l’ufficio centrale di creare un gruppo di lavoro e di iniziare a preparare una nuova piattaforma del partito.

In conclusione, il Capo dello Stato ha promesso di fare tutto il possibile per garantire la sicurezza del Paese e il benessere delle persone.

Traduzione per Il Centro Studi Eurasia e Mediterraneo di Stefano Vernole

0Shares