Mar. Mag 24th, 2022

Il presidente Kazako imposta la rotta sulla nuova tabella di marcia economica durante l’incontro con i dirigenti aziendali

0Shares
Iscriviti alla newsletter del CeSEM

di Zhanna Shayakhmetova
Traduzione di Paolo Marcenaro

NUR-SULTAN – Il presidente Kassym-Jomart Tokayev ha esortato i leader aziendali a collaborare con il governo alla costruzione di una nuova politica economica durante un incontro del 21 gennaio, ha riferito “Akorda.kz”.

Nuove riforme mirano a diventare la base di un nuovo Kazakistan. Concorrenza leale, trasparenza e prevedibilità della politica statale, onestà fiscale e responsabilità sociale sono destinati a diventare gli elementi principali della nuova politica economica del gigante centrasiatico da poco salvatosi dal Caos e dalla destabilizzazione istigate dall’esterno.
“Sono fiducioso che gli uomini d’affari siano interessati all’attuazione di successo delle riforme socioeconomiche”, ha affermato il Presidente Tokayev.

Questi ha incaricato la creazione del Consiglio degli Imprenditori Nazionali. “Questa sarà una delle iniziative principali delle riforme socio-economiche. I leader aziendali possono prendere parte a questo gruppo di lavoro. I pacchetti e le proposte preparati al suo interno serviranno come base del programma a medio termine della nuova politica economica”, ha aggiunto.

Tokayev ha quindi osservato che continuerà la politica di trasformazione e modernizzazione politica con la transizione verso un’economia di mercato, socialmente orientata e diversificata.

Elementi principali della nuova politica economica


Il primo elemento fondante è il concentto di inviolabilità della proprietà privata, ha affermato il Presidente. La trasparenza dei procedimenti giudiziari dovrebbe garantire a sufficienza tale assunto. 

A questo proposito, sono importanti le riforme del sistema giudiziario. Nuovi esperti sono invitati ai tribunali. È già stato istituito un nuovo Collegio Giudiziario della Suprema Corte per le Cause Amministrative.

Il secondo elemento del corso economico è un clima più che favorevole agli investimenti. Il Governo adempirà a tutti gli obblighi di investimento. Il Presidente ha anche invitato gli uomini d’affari a “reinvestire i fondi nel nostro Paese”.

Il terzo elemento è la concorrenza leale. È necessario analizzare i monopoli artificiali, secondo Tokayev. Queste attività dovrebbero essere vietate dalla legge.
Una nuova politica fiscale è essenziale così come profonde riforme nel sistema degli appalti.
“Occorre riformare il settore semi-pubblico. Si tratta di circa 6.500 organizzazioni. La partecipazione dello Stato all’attività imprenditoriale dovrebbe essere rimodulata”, ha affermato il Capo dello Stato.

Tokayev ha incaricato il Governo di ridurre le barriere amministrative. “L’anno scorso sono state prese in considerazione più di 2.500 denunce di imprenditori per disaccordo con le azioni e le decisioni dei funzionari delle autorità penali. Gli imprenditori si sono lamentati della polizia, del servizio di indagine economica, del servizio anticorruzione e della sicurezza nazionale”, ha affermato.

Tokayev ha anche incaricato il Governo di rivedere le rigide misure di quarantena Anti-Covid tenendo conto delle preoccupazioni delle piccole e medie imprese.

L’interazione costruttiva tra Governo e imprese è una solida base per la stabilità sociale, ha affermato il Presidente. Ciò garantisce condizioni importanti per l’attuazione delle riforme economiche e politiche.

“Stiamo creando uno stato di ascolto e questo incontro dimostra che tutte le proposte costruttive delle imprese saranno prese in considerazione nelle politiche settoriali e strutturali”, ha osservato il Presidente.

0Shares