Mer. Ott 20th, 2021

#SaveTheDate – 7 ottobre -“San Marino Russia: un’occasione da saper cogliere. Prospettive per una crescita e collaborazione reciproca”

Iscriviti alla newsletter del CeSEM

COMUNICATO STAMPA

Il partito politico Libera San Marino ha organizzato per il giorno giovedì 7 ottobre 2021 alle ore 21.00 presso la sala Montelupo-Domagnano l’evento dal titolo “San Marino Federazione Russa: un’occasione da saper cogliere. Prospettive per una crescita e collaborazione reciproca” che vedrà la partecipazione di Fabio Righi, Segretario di Stato sammarinese all’Industria, Artigianato e Commercio, Alessandro Bevitori, Consigliere di Libera e coordinatore del gruppo di Amicizia Interparlamentare San Marino Russia, Andrey Ceccoli, Presidente dell’Associazione San Marino-Russia,  e Giuliano Bifolchi, Research Manager di SpecialEurasia e Direttore di ASRIE Analytica, a cui si affiancherà un rappresentante dell’Ambasciata della Federazione Russa in Italia e San Marino.

L’evento sarà l’occasione per discutere i rapporti diplomatici ed economico-commerciali tra Russia e San Marino e le prospettive per rafforzare le relazioni bilaterali tra le due parti. Verranno prese in esame le opportunità di investimento e di joint venture tra le aziende sammarinesi e quelle russe

L’evento del 7 ottobre 2021 voluto da Libera San Marino, quindi, si ascrive all’interno del rafforzamento continuo della cooperazione e relazioni tra la Russia e San Marino e guarda in prospettiva futura verso una collaborazione volta a far beneficiare entrambe le parti. Se San Marino per Mosca costituisce un paese interessante, perché facente parte del contesto europeo e direttamente collegato sia con l’Italia che con gli altri membri dell’Unione Europea (anche se il Titano non è uno Stato memro dell’UE intrattiene rapporti diplomatici con Bruxelles dal 1983 e le due parti nel 1991 hanno firmato un Accordo di Cooperazione Doganale entrato in vigore completamente nel 2002), per il mondo sammarinese la Federazione Russa rappresenta un mercato di primaria importanza strategico-commerciale con i suoi 146 milioni di consumatori e le sue Zone Economiche Speciali (SEZs) nei settori portuale, della produzione industriale, dell’innovazione tecnologica e del turismo caratterizzati da una fiscalità agevolata e da un piano di sviluppo volto a favorire gli investitori stranieri e il collegamento con altri mercati facenti parte dell’Unione Economica Eurasiatica.

www.specialeurasia.com