Iran: la 34a Conferenza internazionale sull’Unità islamica si terrà per via online

Articolo pubblicato su iqna.ir

Nel corso delle conferenza ci sarà anche un intervento dal titolo: “The economic problems in the situation of Coronavirus pandemicand how to deal with them in Western countries di Stefano Vernole del Cesem

La 34a Conferenza internazionale sull’Unità islamica sarà organizzata per via online. Ad affermarlo il segretario generale del Forum mondiale per la prossimità delle scuole di pensiero islamiche (WFPIST), l’Hojjat-ol-Islam Hamid Shahriari.

Parlando nel corso di una conferenza stampa a Teheran, l’Hojjat-ol-Islam Shahriari ha affermato che era intenzione degli organizzatori tenere l’evento annuale come gli anni precedenti, ovvero dal vivo, ma la pandemia di coronavirus ha costretto tutti a optare per un programma online.

Il religioso ha detto che “La cooperazione islamica di fronte a calamità e disastri” sarà il tema della conferenza di quest’anno, in cui saranno discusse anche gli ultimi sviluppi e le principali questioni del mondo musulmano.

La conferenza includerà 7 pannelli dedicati a diverse zone del mondo in cui saranno trattati i più importanti argomenti riguardanti i musulmani di ogni zona in questione. Più di 160 ospiti stranieri da 47 paesi e 120 personalità iraniane terranno discorsi in videoconferenza.

L’Hojjat-ol-Islam Shahriari ha sottolineato che ci saranno 8 forum online in persiano e 29 in altre lingue, tra cui arabo, inglese, francese, urdu, turco, bengalese e russo.

I saggi ed i lavori di ricerca sul tema principale della conferenza e le 7 sottocategorie sono stati ricevuti dalla segreteria, e quelli selezionati saranno presentati durante l’evento di una settimana.

Tra gli altri programmi, ha osservato, verranno presentati due libri, uno sulla Palestina e l’altro sul Fiqh (giurisprudenza islamica).

La cerimonia di chiusura della conferenza di quest’anno si terrà alla vigilia dell’anniversario della nascita del Profeta Mohammad (Che Dio benedica lui e la sua famiglia) il 2 novembre, ha proseguito il funzionario.