La prossima apertura di una nuova Università del Turismo “La Via della Seta” a Samarcanda

SAMARCANDA

A Samarcanda si prevede la prossima apertura dell’Università del Turismo “La Via della Seta”, che unirà il potenziale educativo e scientifico dei Paesi dell’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai (SCO) per la formazione degli esperti.

La missione principale dell’Università è attuare una formazione coordinata del personale altamente qualificato applicando programmi di specializzazione educativi innovativi concordati e di interesse prioritario per lo sviluppo dello spazio turistico e l’attivazione degli scambi turistici tra gli Stati membri della SCO.

Gli obiettivi principali dell’Università “La Via della Seta”:

il rafforzamento della cooperazione;
lo sviluppo di processi di integrazione nel campo dell’istruzione;
l’espansione della cooperazione in tutti i settori di attività;
l’opportunità di ottenere una specializzazione ricercata.
Va notato che la partecipazione delle Università partner all’attività dell’Università del Turismo darà un nuovo impulso all’espansione della cooperazione multilaterale educativa, scientifica e culturale, contribuendo efficacemente alla cooperazione dei Paesi membri della SCO nel settore politico, commerciale, economico, scientifico, tecnico e culturale. Pertanto, le attività dell’Università seguiranno i principi di consolidamento, sincronizzazione, dialogo, rispetto reciproco, riconoscimento della diversità, fiducia attraverso l’istruzione.

L’Università diventerà un vero punto di crescita della partnership di rete tra le Università della regione centroasiatica, che formano personale altamente qualificato per l’industria del turismo.

L’apertura dell’Università “La Via della Seta” è prevista per il nuovo anno accademico 2018-2019, con la proposta formativa di laurea (baccalaureato) e laurea magistrale. Inizialmente, l’istituzione accoglierà 100 studenti, principalmente cittadini dell’Uzbekistan, e in futuro accetterà le domande d’iscrizione degli studenti dagli Stati membri della SCO.

Inoltre, all’interno dell’Università si prevede la creazione di un’unica piattaforma per la riqualificazione e la formazione professionale rivolti ai dipendenti universitari e dei collegi professionali.