IRAQ. ANALISI GEOPOLITICA DI UN PAESE IN PIENA TRANSIZIONE

ASRIE ha pubblicato il Report “Iraq. Analisi geopolitica di un paese in piena transizione” redatto in merito al progetto Speciale Iraq in partnership con Notizie Geopolitiche, quotidiano indipendente online di geopolitica e politica estera, ed il CeSEM – Centro Studi Eurasia Mediterraneo con l’obiettivo comprendere quali sono le sfide future e le difficoltà che deve affrontare lo Stato iracheno in un periodo di transizione caratterizzato da problemi di natura politica, economica, sociale e della sicurezza.

L’Iraq continua a vivere un difficile periodo di transizione con forti scontri interni, in primis quelli tra sunniti e sciiti, ed una divisione amministrativa che ha visto la Regione Autonoma del Kurdistan sempre pronta a rivendicare una futura indipendenza. Con il crollo dei prezzi del petrolio, e quindi un calo degli introiti dalle esportazioni, e con la minaccia dello Stato Islamico sempre presente, l’Iraq del dopo-Saddam si presenta ancora
come un paese che rischia di fallire il proprio processo politico e socio-culturale ed il passaggio dalla dittatura alla democrazia e che rischia di essere risucchiato in un vortice di tensioni regionali ed internazionali in grado di farlo precipitare in una situazione di completo caos.

Il report “Iraq: analisi geopolitica di un paese in piena transizione” rientra nella serie di pubblicazioni di ASRIE mirate a favorire la conoscenza dei fenomeni geopolitici, economici e socioculturali che hanno caratterizzato e continuano a caratterizzare l’attualità e segue la pubblicazione del Report Kurdistan iracheno redatto sempre in merito al progetto Speciale Iraq a seguito della missione del team di ASRIE in loco.

Scarica il report

copertina-report-iraq_analisi-geopolitica