La Cina promuove la provincia di Huai’an a Roma

di ASRIE – Associazione di Studio, Ricerca ed Internazionalizzazione in Eurasia ed Africa

ITALIA – Roma. Si è tenuto nel cuore della capitale il giorno martedì 24 giugno alle ore 15.30 presso l’Hotel Crowne Plaza Rome – St. Peter’s sito in Via Aurelia Antica 415 l’evento “2014 China Huai’an Trade & Investment Seminar” focalizzato sulla promozione della provincia Huai’an in Italia e sulla ricerca di partnership istituzionali ed aziendali tra i rappresentati cinesi e quelli italiani.

La delegazione governativa di Huai’an ha visitato l’Italia con lo scopo di stabilire connessioni commerciali ed economiche con i rappresentati dei settori agricoltura, scienza, chimica, lavorazione alimentare, lavorazione dell’acciaio, automotive, macchine, energie rinnovabili ed ITC ed inoltre avrà l’obiettivo di creare partnership e sviluppare i rapporti con le istituzioni accademiche e le autorità governative italiane locali. L’evento era diretto non solo alle istituzioni ma in special modo alle aziende italiane, il vero obiettivo della delegazione, visto il grande interesse dei rappresentanti cinesi nel trovare partner commerciali interessati ad investimenti nella provincia di Huai’an e pronti ad accogliere investitori cinesi in Italia.

Situata a nord del delta del fiume Yangtze, Huai’an è una città – prefettura situata nella provincia di Jiangsu che ricopre un’area di 10.100 metri quadri comprendendo quattro contee e quattro distretti per un totale di 5,40 milioni di abitanti. Oltre all’importanza storica ed alle bellezze naturali, Huai’an è considerata un hub commerciale importante perché all’incrocio tra il Grande Canale ed il fiume Huaihe; attualmente, infatti, cinque autostrade attraversano l’area a cui è possibile unire la ferrovia e ben 15 rotte aeree nazionali le quali la connettono con città medio – grandi come la capitale Pechino, Shanghai, Guangzhou, Hong Kong (per citare le principali).

Alla posizione strategica è possibile unire un clima imprenditoriale di successo rappresentato da più di 10 mila imprese di diversa grandezza e specializzazione che operano nell’area, tra cui è possibile segnalare quelle dei settori chimico, tessile, metallurgico, dei macchinari e del tabacco che sono state promosse rapidamente e quelle della lavorazione dell’acciaio speciale, dell’energia rinnovabile e dell’ITC che stanno assumendo un ruolo di primo piano.

Attualmente sono state create zone di sviluppo economico e tecnologico a livello nazionale, zone di esportazione, sette parchi industriali speciali a cui si aggiungono sei università e 43 istituti superiori per un totale di 190 mila studenti registrati, simbolo di vitalità e progresso.

Huai’an ha stabilito relazioni commerciali con 105 paesi e regioni come il Giappone, gli Stati Uniti, l’Unione Europea, Taiwan ed Hong Kong ed ha attirato alcune tra le principali multinazionali le quali hanno investito nello sviluppo locale; gemellaggi con 12 città di 11 paesi (Francia, Ecuador, Bielorussia, Usa, Corea del Sud, Italia, Giappone, Russia, Germania, Polonia e Canada) denotano l’apertura a livello globale di Huai’an e la volontà di creare relazioni stabili e proficue con partner esteri.

Durante l’evento sono intervenuti, tra gli altri, S. E. Li Ruiyu Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia, Mr. Qu Futian Sindaco della città di Huai’an e Irene Pivetti ex Presidente della Camera dei Deputati (foto).

Gli interessati possono chiedere informazioni a: cpeurasia@gmail.cominfo@asrie.org